rivista di studi filosofici
rivista di studi filosofici

L'enigma del tempo, tra scienza e filosofia

Sei uno studente liceale o ti sei diplomato da poco? Ami la filosofia?
Scrivi una tua riflessione sull'argomento del mese: l'enigma del tempo, tra scienza e filosofia.
Gli elaborati migliori verranno premiati con una menzione speciale e la pubblicazione su esserepensiero.it.
Ecco una possibile traccia di lavoro...
Un giorno, parlando di relatività del tempo, Albert Einstein ironicamente disse: "Quando un uomo siede un'ora in compagnia di una bella ragazza, sembra sia passato un minuto. Ma fatelo sedere su una stufa per un minuto e gli sembrerà più lungo di qualsiasi ora".
Cos'è, dunque, il tempo?
Problema antico e profondamente filosofico.
Aristotele, nel libro IV della Fisica, descrive il tempo come "numero del movimento secondo il prima e il poi".
Platone, nel Timeo, invece mette in relazione l’Eterno ed il Tempo. Il tempo altro non è che la scansione in fotogrammi dell’eternità.
Agostino, nei secoli seguenti, ritiene che il tempo non esista oggettivamente. 
Kant, poi, rileva come il tempo non esiste in sé, in quanto è solo una delle due forme soggettive a priori - il tempo e lo spazio - della nostra esperienza.
Per Nietzsche, infine, il tempo è un eterno ripetersi circolare.
Ma allora cos'è il tempo?
Collegati al sito www.esserepensiero.it e accedi all'area contatti per inviare il tuo scritto.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© 2015 - Essere & Pensiero - Testata giornalistica online ai sensi dell'art. 3-bis del d.l. 63/2012 sull'editoria convertito in legge n. 103/2012 - Direttore Responsabile: Francesco Pungitore