rivista di studi filosofici
rivista di studi filosofici

CIV Junior, Edoardo Savino dimesso dall’ospedale

Il papà ringrazia tutto il personale del reparto di Pediatria e Ortopedia dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia: “Ci siamo sentiti a casa”

di Luca Tealdi

 

Inizio di stagione difficile per Edoardo Savino: il campione italiano ed europeo classe Junior B di minimoto 2020 è rimasto coinvolto in un incidente lo scorso 25 aprile durante gara 1 della MiniGP a Magione, primo round stagionale del CIV Junior 2021. Edoardo aveva infatti fatto il salto di categoria e lasciato le minimoto per le MiniGP, con il team DPS Racing. Trasferito immediatamente nel reparto di Pediatria a Perugia, il campione brianzolo ha passato dieci giorni in ospedale, dieci giorni durante i quali è stato prontamente assistito da medici e infermieri, competenti e umanamente professionali nel prendersi cura di Edoardo, capaci di togliere per quanto possibile il peso di momenti che, per un bambino di dieci anni, pesano eccome. Adesso Edoardo ha imboccato la via per il rientro, iniziando la fase di recupero e riabilitazione per essere pronto a tornare più forte di prima. L’infortunio gli è costato la seconda tappa del campionato, disputata domenica 9 maggio a Modena, non ha potuto prenderne parte: troppo breve il lasso di tempo tra il giorno in cui si è fatto male e il giorno delle gare, ieri, troppo poche due settimane per poter recuperare dall’infortunio e guarire completamente. Adesso Edoardo sta lavorando duro per poter tornare il prima possibile e provare ad esserci a Varano de’ Melegari il prossimo 19 giugno per il terzo weekend di gare del 2021. 

Il papà ringrazia: “Mi sono sentito a casa”

Il papà di Edoardo, Daniele Savino, ha voluto esprimere la sua gratitudine a tutto il personale del reparto di Pediatria e Ortopedia dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. “Il Bambino è stato assistito dai medici ed infermieri del vostro centro sin dai primi istanti” scrive nella lettera di ringraziamento. “Assistenza da parte di tutti, voglio esprimere il mio massimo apprezzamento per quanto è stato fatto, ho respirato per 10 giorni con i vostri medici ed infermieri, i quali non ci hanno mai fatto mancare assistenza, parole di conforto e professionalità. Non sono mancati i ringraziamenti al personale dei pasti e delle pulizie: “Altrettanto devo dire del servizio offerto dalle signore che ci portavano il pranzo e la cena e la signora delle pulizie”. L’ottimo trattamento ricevuto ha accelerato il passare dei giorni: “Insomma ho vissuto la mia tragedia con delle persone che mi hanno tolto quel peso, mi hanno fatto sentire a casa mia, hanno reso la nostra permanenza speciale” si legge.

Un augurio di pronta guarigione a Edoardo, che possa tornare presto in sella!

[10 maggio 2021]

Stampa Stampa | Mappa del sito
© 2015 - Essere & Pensiero - Testata giornalistica online ai sensi dell'art. 3-bis del d.l. 63/2012 sull'editoria convertito in legge n. 103/2012 - Direttore Responsabile: Francesco Pungitore