rivista di opinione, ricerca e studi filosofici
rivista di opinione, ricerca e studi filosofici

Aragon, Zanca conclude a un soffio dalla zona punti 

Dopo la prima sfortunata corsa, domenica 10 aprile Zanca ha concluso sedicesimo: un ottimo modo di iniziare la nuova stagione WorldSSP300

di Luca Tealdi

 

Si è concluso il weekend inaugurale della nuova stagione della Supersport300 per Alessandro Zanca, protagonista di un fine settimana complicato ad Aragon ma che termina più che bene: la sedicesima posizione di gara2, a un soffio dalla zona punti, è un buon segnale che conferma il trend di crescita del pilota riminese. Lo è ancora di più se si pensa a come il numero cinquantanove ha costruito la sua corsa, venendo sù da dietro (partiva ventisettesimo) e provando sensazioni più che positive in sella alla Ninja 400 del team Kawasaki GP Project. 

Più difficile è stata la giornata di sabato 9: dopo le qualifiche in cui non è riuscito ad esprimersi come avrebbe voluto, gara1 di Zanca è durata una curva. Al primo giro, un contatto in uscita dalla uno con un avversario ha posto fine alla corsa del centauro romagnolo, che ha dovuto dire addio alla sua voglia di portare a casa una bella prestazione. Visibilmente dispiaciuto, Alessandro non si è però dato per vinto e si è sin da subito concentrato sul giorno seguente. Warm up e poi gara, finita a un passo dalla zona punti, ma con la consapevolezza che il lavoro svolto durante l’inverno e nei test pre stagionali sta pagando. La strada intrapresa è quella giusta, lo spirito non manca, e i risultati a cui Zanca ambisce arriveranno ben presto. 

 

A weekend concluso Alessandro può dirsi soddisfatto: si continua a lavorare, tra due settimane (22-24 aprile) si torna in pista ad Assen. Con il papà Alfredo, sempre al suo fianco, con la squadra, con cui si sta trovando alla grande, con i nuovi supporters - One X, Just1 Racing e CO.PA.MEC - che da quest’anno hanno deciso di supportarlo nel suo percorso motociclistico, e soprattutto con tanta voglia di fare bene. 

 

Alessandro Zanca (Kawasaki GP Project):Terminare così vicini e per poco nella zona punti fa un po' male…ma nonostante abbia faticato tutto il weekend ho cercato di fare il massimo e per questo ci tengo a ringraziare il team che ha lavorato per fare il meglio che si poteva fare. 

Infine ci tengo a ringraziare gli sponsor e mio papà!

Ora sguardo verso Assen!”

Stampa Stampa | Mappa del sito
© 2015 - Essere & Pensiero - Testata giornalistica online ai sensi dell'art. 3-bis del d.l. 63/2012 sull'editoria convertito in legge n. 103/2012 - Direttore Responsabile: Francesco Pungitore