rivista di studi filosofici
rivista di studi filosofici

“La mafia si può combattere e si può anche sconfiggere”

Un messaggio di grande forza e di speranza quello che Maria Teresa Morano ha voluto consegnare agli studenti dell'Iis “Enzo Ferrari” di Chiaravalle Centrale

di Redazione

 

La mafia si può combattere e si può anche sconfiggere”. Un messaggio di grande forza e di speranza quello che Maria Teresa Morano ha voluto consegnare agli studenti dell'Iis “Enzo Ferrari” di Chiaravalle Centrale (Cz). L'incontro, in modalità webinar, è stato promosso dall'istituto superiore nell'ambito delle tante iniziative che hanno impegnato una intera settimana dedicata al grande tema della legalità. Ospite d'eccezione una tra le “donne coraggio” più note d'Italia che, dopo essersi opposta alle richieste estorsive delle cosche di Cittanova, negli anni '90, è diventata l'animatrice di reti e associazioni antiracket, a Lamezia Terme e in tutta la regione.

 

Senza retorica

Maria Teresa Morano ha dialogato a lungo con i ragazzi che frequentano l'Iis “Ferrari”, condividendo tanti particolari della sua storia, oramai decennale, di netta e fiera opposizione allo strapotere criminale in Calabria. Lo ha fatto tracciando una via d'uscita da quel limbo di rassegnazione che, troppo spesso, diventa frase fatta, retorica disarmante. “Ma chi te lo fa fare?”: così le dicevano i suoi compaesani, incapaci di comprendere il senso della sua ribellione al pizzo che il potente clan Facchineri voleva imporre alla sua azienda di famiglia. Parole che sentiamo ripetere ancora oggi. Magari a voce bassa. E invece si può fare. Si può immaginare una Calabria nuova, diversa, migliore. Maria Teresa Morano lo manifesta con i fatti, con le azioni, con la coerenza di chi ha scelto da che parte stare.

 

La legalità si pratica e non si predica

Una legalità praticata e non solo predicata, parafrasando il giudice Davigo. Un esempio positivo e da emulare che l'Iis “Ferrari”, guidato in modo egregio dal dirigente scolastico Saverio Candelieri, ha proposto con successo agli studenti, intervenuti al webinar in gran numero e con tantissime domande. Alcuni ragazzi e ragazze hanno anche sintetizzato le loro riflessioni con dei video molto apprezzati da tutti i partecipanti. L'organizzazione dell'evento è stata ottimamente curata dalla referente alla legalità dell'istituto superiore di Chiaravalle, professoressa Maria Quaranta. Hanno introdotto i lavori i saluti istituzionali dell'avvocato Liberata Donato, consigliera comunale delegata alla Legalità, e Pina Rizzo, consigliera comunale delegata alla Cultura. Gli interventi sono stati moderati dal giornalista, presidente della Consulta comunale della Cultura di Chiaravalle Centrale, Francesco Pungitore. [23 marzo 2021]

Stampa Stampa | Mappa del sito
© 2015 - Essere & Pensiero - Testata giornalistica online ai sensi dell'art. 3-bis del d.l. 63/2012 sull'editoria convertito in legge n. 103/2012 - Direttore Responsabile: Francesco Pungitore